Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Istituto di Istruzione Superiore

Remata della Gioventù 2014

Olbia, 07 Giugno 2014 - Un sole cocente e un’assenza di vento clamorosa ha caratterizzato l’ultima edizione della Remata della Gioventù, la manifestazione marinaresca organizzata dalla Lega Navale di Olbia in collaborazione con le scuole della città, l’Avis Olbia e il supporto del Comune di Olbia.

L’evento, attesissimo, si è svolto nell’ansa nord del golfo interno. Con un molo provvisorio in via Escrivà, una regia, il commento affidato a Mauro Orrù, spalti e una marea di giovani e meno giovani accalcati sulla riva, la Remata ha preso il via inondando tutti con le emozioni che solo lo sport può regalare.

Le novità quest’anno sono state molte, a cominciare dai tre palischermi riscattati dall’Accademia Navale di Livorno e restaurati dai ragazzi dell’Ipia di Olbia. Eleganti, affascinanti e perfettamente “come nuove”, le tre imbarcazioni hanno fatto il loro ingresso ufficiale nella competizione con una sfilata e la prima batteria.

La finale ha visto protagonisti l’Ipia di Olbia, l’Ipia di Oschiri e l’istitito nautico di Siniscola. Ancora una volta, l’Ipia di Olbia è riuscita a vincere la Remata della Gioventù. I ragazzi dell’istituto professionale si confermano gli uomini da battere in questa competizione.